Museo delle Scienze di Valencia

Il Museo delle Scienze di Valencia si trova all’interno dell’area della Ciutad des Artes. Il complesso, composto da diverse strutture, si estende per circa 350.000 mq nel parco ricavato da quello che un tempo era il fiume Turia ed è stato progettato quasi completamente dall’architetto spagnolo Calatrava. 

Il Museo è molto ben studiato, si rende interessante sia ad un pubblico più adulto sia ai bambini in età scolare. E’ decisamente moderno ed interattivo, si può toccare con mano gran parte delle attività che propone ed è possibile sperimentare le leggi della fisica e della scienza di persona.  

L’area museale è molto ampia e si estende su quattro piani. Su ogni piano viene affrontato un tema diverso e tutto da provare, dal guardare le uova che si schiudono in pulcini allo sperimentare la creazione dell’elettricità.

Per fare qualche esempio, viene offerta la possibilità di entrare nel laboratorio dedicato al DNA, per dare al pubblico l’opportunità capirne i segreti. Viene affrontato ampiamente il tema della sostenibilità ambientale e come è possibile essere il più possibile sostenibili attraverso la trasformazione delle energie rinnovabili. Molto bella è anche la parte con i resti di dinosauri. A Diego è piaciuta moltissimo! 

C’è poi uno spettacolare Pendolo di Foucalut, di dimensioni pazzesche, che illustra i principi che regolano il movimento terrestre.  

Per i bimbi più piccoli è più adatto l’Espai dels Xiquets, sempre all’interno del Museo, uno spazio per bimbi dai 3 ai 6 anni, dove è possibile giocare a fare i muratori con gru, mattoni e carriole. Giocare con acqua e barchette o scovare rane colorate tra piante esotiche. Noi abbiamo visitato tutto lo spazio della Ciutad des Artes (Acquario e Museo) in una giornata, perché avevamo i giorni contati a Valencia, ma, se si ha tempo, consiglio di dividere le visite in due giorni. Si riesce a gustarsi meglio la giornata e prendersi le dovute pause, senza arrivare a sera distrutti. 

Qui trovate la nostra esperienza all’Oceanografic, parco marino, accanto al Museo delle Scienze

Qui trovate invece tutto il nostro viaggio a Valencia: Pima parte e Seconda parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *